Partecipare a una spedizione

foto_chiara.jpg
Secondo alcuni, questo è l’annuncio apparso sul Times nel 1914 attraverso il quale Sir Ernest Shackleton raccolse i “27 uomini disposti a tutto” per la spedizione polare passata alla storia come l’avventura dell’Endurance:
Men wanted for hazardous journey.

Low wages, bitter cold, long hours of complete darkness. Safe return doubtful.

Honor and recognition in event of success.

Cercansi uomini: per una spedizione azzardata.

Paga bassa, freddo pungente, lunghi mesi nella più completa oscurità. Incolumità e ritorno incerti.

Onori e riconoscimenti in caso di successo.

 

Molti di voi mi chiedono come ci si può candidare per partecipare a una spedizione in Antartide, ecco un po’ di informazioni. Faccio solo una premessa: nonostante sia cambiato quasi tutto dai tempi di Shackleton le indicazioni dell’annuncio valgono ancora…. quasi per intero! Buona fortuna!

La spedizione Italo-francese alla base Concordia è composta da un team multidisciplinare e multiculturale di 60 persone in media.

La selezione e composizione dei team tecnici di supporto alla logistica e alla ricerca viene fatta dall’organizzazione per l’Attuazione del programma Nazionale di Ricerca in Antartide PNRA  e dall’ Institut Polaire Français Paul Émile Victor (IPEV).

I programmi scientifici (e relativo personale) sono selezionati da una commissione scientifica internazionale sulla base di una valutazione sulla rilevanza scientifica dei progetti e sulla loro fattibilità tecnica.

Sono moltissime le professionalità che servono all’interno di una spedizione polare. Ovviamente servono competenze elevate, ma anche una personalità molto flessibile: l’Antartide, con la sua incertezza permanente mette a dura prova chi si affida alla sicurezza delle abitudini consolidate.

Per chi fosse interessato a candidarsi, si possono trovare tutte le informazioni sulla ricerca di personale nei link indicati sopra, oppure sul sito Italiantartide.

In bocca al lupo!