Testimonials&press

avatarAntartide: una palestra di vita. In un ambiente così pieno di rischi, dove un banale disaccordo può mettere in pericolo tutto il gruppo, è necessario mantenere i nervi saldi, anche se  qui è ancora più difficile che nella vita normale, vista la convivenza forzata e gli spazi  troppo piccoli e affollati. Questa esperienza mi ha insegnato tre cose sul conflitto :

  1. Intervieni subito, per evitare che la divergenza si acuisca fino a degenerare in qualcosa di molto più grande e difficilmente rimediabile;

  2. Focalizza l’attenzione dei contendenti sulle situazioni specifiche invece che sulle persone o sui concetti astratti;

  3. Moltiplica i punti di vista e le relative possibilità di soluzione di uno stesso problema.


Come si gestisce l’incertezza? “ Progettare e operare scelte in un ambiente dove domina l’incertezza assomiglia molto a quello che fanno i musicisti di un quartetto jazz: sulla base dello swing di un certo pezzo ciascuno aggiunge la propria nota suonando ad arte il suo strumento. Ci vuole molta abilità per agire con precisione e armonia al ritmo di una situazione in continuo mutamento!”


Millionaire
L’Antartide è un luogo dove il tempo sembra fermarsi, dove la differenza tra notte e giorno sfuma nel bianco più assoluto; è un luogo dove le condizioni sono estreme, tanto da sembrare un altro pianeta.



TV2000
avatarIl ruolo di un capospedizione?  Significa anche risolvere le emergenze. «La turbolenza mi ha insegnato la lucidità mentale.”

Il Fattore di Rivalutazione Antartico? “Così è stata battezzata una pseudo-legge della fisica per cui la bellezza di una persona aumenta in modo esponenziale con il tempo di permanenza in missione!”

La solitudine? “è un falso mito dell’Antartide. Sicuramente l’ha provata chi ha affrontato il continente in solitaria, ma in una base di ricerca con ambienti minuscoli è un miraggio”


F
avatarChiara Montanari, ingegnere e prima italiana a guidare una spedizione al Polo Sud, racconta a Gazzetta Gold come si viene selezionati, come ci si prepara e come si affrontano le emergenze nel luogo più ostile del pianeta


La Gazzetta Gold
avatarSono due le cose che mi hanno sorpresa nella vita di una piccola comunità isolata.
Quali?

La prima è provare sulla mia pelle che la gioia genuina è fatta davvero di poche cose molto semplici.

Nella base la vita è spartana, tutti gli spazi sono piccoli e comuni, non abbiamo quasi niente, ma per provare gioia basta pochissimo: ritrovarsi per due chiacchiere o costruire qualcosa di utile insieme a qualcuno.

La seconda è il senso del tempo: in quella bolla isolata tre mesi ti sembrano lunghi come tre anni e, contemporaneamente, brevi come tre giorni.


Tipi Tosti Magazine
avatarChiara Montanari, prima italiana a capo di una spedizione nella terra più estrema, racconta il suo “mal d’Antartide” in un libro appena pubblicato E spiega: “Al Polo sud ho imparato a usare gli imprevisti come opportunità: la vita assomiglia al mondo dei ghiacci, è piena di occasioni da cogliere al volo!”


Donna Moderna
avatarLa domanda più spiazzante che le hanno mai fatto è se, quando si è trovata a capo della spedizione scientifica in Antartide, è rimasta donna.

Allora, è rimasta donna?
“A dire il vero la mia sensazione, quando sono in Antartide, è di essere neutra. Non femmina, non maschio, soltanto un essere umano che condivide con altri le condizioni estreme di quella parte di mondo”


IO Donna
avatarAntartide: una metafora per l’impresa contemporanea?

Le organizzazioni di oggi sono organismi complessi in un ambiente imprevedibile. La base Concordia, in cima alla calotta polare e 1200 km dalla costa, è un sistema complesso che sopravvive in condizioni estreme: -50°C e 4000m di altitudine percepita Vivere in Antartide significa gestire l’incertezza, presidiare il cambiamento, valorizzare la diversity, saper cogliere le opportunità e agire con lucidità fronteggiando le emergenze. Quali lezioni ne può trarre l’impresa contemporanea? ‪#‎ilbellodifareimpresa


Millionaire
avatarAntartide: intervista alla life explorer Chiara Montanari

Viaggi & Vacanze
viaggievacanze.com


 Shaolin Kungfu 1st time practiced in Antarctica

“being on the ice desert is experiencing the emptiness of mind. You find yourself alone in the plane white, with nothing but ice around you: nothing moving, nothing to smell, nothing to hear......a perfect harmony akin to deep meditative state in nature”


Shaolin Temple



 

“L’abbiamo scelta perché sta portando avanti importanti progetti per il nostro futuro”